L’isola di Gaiola: tra magia, mistero e bellezza

L’isola di Gaiola è un luogo leggendario legato a mistero e fascino

Il nome del posto deriva dal latino ‘cavea’, ovvero “piccola grotta“, e veniva utilizzata in epoca antica come un rifugio. 

Ma la Gaiola però è nota, o dovremmo meglio dire famigerata, per le fin troppe leggende legati a tristi destini e storie di magia. La storia narra che agli inizi del XIX secolo su questa piccola isola del napoletano abitava un vecchio eremita chiamato da tutti “Lo Stregone”, perché insegnava la creazione di pozioni e le arti magiche ad altri adepti

A quanto pare, fu proprio a causa di uno sciagurato incidente con una delle pozioni che le acque che circondavano l’isoletta si inquinarono, imprigionando in un maleficio chiunque restasse sull’isola per molto tempo e condannandolo ad una triste sorte.

Passarono gli anni e man mano le leggende andarono dimenticate, ma i vari proprietari dell’isola, tra cui la famiglia Agnelli, non ebbero mai vite “tranquille” durante il soggiorno a Gaiola, tant’è che oggi l’isola è disabitata, forse per scaramanzia.

Nonostante questa storia ricca di mistero (sappiamo che avete un po’ tremato) l’isola rimane un posto incantevole da visitare, per portarsi a casa un’esperienza unica e uno scorcio di una Napoli inaspettata che ancora una volta vi ruberà il cuore.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *